Le mie avventure con i bolli speciali del Giubileo del 2000(IV parte)

Come detto, chiesi e ottenni dal Chiosco Giubileo di Monreale (PA) il servizio filatelico: inviai la richiesta per Raccomandata e nella richiesta, oltre a cartoline varie affrancate e da restituire, c’erano due Raccomandate A.R. (già affrancate) da spedire annullando i francobolli col Bollo Speciale Giubileo e le ricevute da restituire con busta, anch’essa affrancata e a me indirizzata.

Gli albori del commercio filatelico a Roma – settanta anni di storia

Il collezionismo filatelico vanta una storia più che centenaria, la pubblicistica specializzata ritiene infatti sia possibile individuarne i passi iniziali sin da pochi giorni dopo l’emissione del primo francobollo al mondo, il più che noto “ Penny Black “, apparso in Gran Bretagna nel lontano maggio del 1840 a seguito della riforma postale di Rowland Hill.

Truffe, ignoranza o… rarità? Le affrancature fuori corso degli ultimi anni

Come collezionista ricevo molta posta, dovuta soprattutto ai molti acquisti che effettuo on line.
Alcune volte capita che queste missive siano affrancate in deroga ai vigenti regolamenti postali, tariffe comprese.
Francobolli già in maniera evidente annullati oppure con l’annullo cancellato o persino grattato, francobolli fuori corso, francobolli di altri stati, francobolli falsi… le casistiche sono molte e variegate.

Italia turrita

Chi non ricorda quel bel francobollo che raffigurava un profilo di donna con una corona a forma di torre? E’ la celebre serie detta “Italia Turrita” o “Siracusana”, una delle più longeve della storia delle emissioni filateliche: ben trent’anni di carriera, dal 6 giugno 1953, data di nascita ufficiale, al principio degli anni ’80, quando i francobolli dell’Italia Turrita andarono in pensione.