Django Reinhardt

Django Reinhardt, all’anagrafe Jean Reinhart (Liberchies, 23 gennaio 1910 – Samois-sur-Seine, 16 maggio 1953), è stato un chitarrista jazz francese. È ampiamente considerato uno dei più virtuosi ed influenti chitarristi di tutti i tempi, e ritenuto uno degli esponenti più significativi del jazz europeo.

Dave Brubeck

Dave Brubeck, all’anagrafe David Warren Brubeck (Concord, 6 dicembre 1920 – Norwalk, 5 dicembre 2012), è stato un pianista e compositore statunitense. È considerato uno dei migliori pianisti nella storia della musica jazz ed è noto al grande pubblico per aver lanciato con il suo quartetto lo standard jazz Take Five, sebbene l’autore del brano sia in realtà il sassofonista della formazione, Paul Desmond.

Charles Mingus

Contrabbassista, pianista e compositore statunitense di jazz, nato a Nogales (Arizona) il 22 aprile 1922, morto a Cuernavaca (Messico) il 5 gennaio 1979.

Oscar Peterson

Oscar Peterson (Montréal, 15 agosto 1925 – Toronto, 23 dicembre 2007) è stato un pianista canadese di musica jazz. Straordinario virtuoso del pianoforte

Count Basie

Gli anni in cui il Lindy Hop è diventato un vero e proprio fenomeno culturale hanno coinciso con l’epoca d’oro delle big band del jazz e dello swing .

John Abercrombie

John Laird Abercrombie ( 16 dicembre 1944 – 22 agosto 2017 ) era un chitarrista jazz americano. Il suo lavoro ha esplorato la fusione jazz, il jazz libero e il jazz d’avanguardia. Abercrombie ha studiato a Berklee College of Music a Boston, nel Massachusetts.

Sonny Rollins

WALTER THEODORE ROLLINS è nato il 7 settembre 1930 a New York City. È cresciuto ad Harlem non lontano dalla Savoy Ballroom, dall’Apollo Theater e dalla porta del suo idolo, Coleman Hawkins. Dopo la prima scoperta di Fats Waller e Louis Armstrong, iniziò il sassofono contralto, ispirato a Louis Jordan.

Leon Bismark “Bix” Beiderbecke

Bix Beiderbecke era uno dei più grandi musicisti di jazz degli anni 20. Il suo modo di bere e il bel suono della sulla cornetta gli hanno reso una leggenda fra i musicisti durante la sua breve vita. La leggenda di Bix è cresciuta ancora di più dopo la sua morte.

Chick Corea

Voglio ringraziare tutti coloro che, lungo il mio viaggio, hanno contribuito a mantenere vivo il fuoco della musica. Mi auguro che quanti hanno l’dea di poter scrivere, suonare, esibirsi o altro lo facciano. Se non lo fate per voi stessi almeno fatelo per noi. Il mondo non solo ha bisogno di più artisti, è anche molto divertente esserlo

Stan Getz

Il suo cognome porta il vento lontano di Paesi al di là dell’oceano: Stan Getz, o meglio Stanley Gayetsky nasce a Philly, Philadelphia, nello stato della Pennsylvania, il 2 febbraio 1927 da genitori ebrei ucraini. Cresce, povero, nel Bronx e trova il suo primo ingaggio nel dicembre 1942

Thelonious Monk

Sono quarant’anni che Thelonious Melodious se n’è andato, stroncato dalla follia e da un ictus. Eppure balla tra noi e ci fa ballare, ancora. Ogni composizione di Monk, ogni standard che interpretava, perfino le ballad possiedono talmente tanto ritmo da somigliare a irresistibili figure animate

Benny Goodman

Quando si parla di jazz e di swing, c’è stato un solo unico e vero Re. Una leggenda che con il suo clarinetto ha fatto scatenare generazioni su generazioni di giovani di tutto il mondo, tenendo sempre alta la bandiera della musica che più amiamo.

Duke Ellington

Edward Kennedy “Duke” Ellington è stato uno dei più leggendari pianisti jazz, leader di jazz band e compositori jazz che il ventesimo secolo abbia mai conosciuto. Uno dei più influenti e fondamentali musicisti jazz del suo tempo, Duke Ellington è senza dubbio una leggenda suprema del jazz

Charlie Parker

Charlie Parker nasce il 29 agosto del 1920, a Kansas City, nello stato americano del Kansas. Con ogni probabilità può essere considerato il più grande sassofonista della storia del Jazz, in assoluto, tra i primi tre grandi musicisti di questo genere che siano mai vissuti.

Louis Armstrong

Louis Daniel Armstrong, trombettista jazz, è uno dei massimi esponenti di questo genere di musica e colui che ha dato un’impronta del tutto nuova alla musica afroamericana. Per quanto concerne la sua nascita vi è un piccolo retroscena che definisce anche un piccolo giallo.

John Coltrane

John William Coltrane, meglio noto solo come John Coltrane, nasce il 23 settembre del 1926 ad Hamlet, in North Carolina, Usa. È considerato il più grande sax tenore alto della storia del jazz, maestro del sax soprano, anche, che ha saputo riportare in auge dopo decenni di appannamento.

Billie Holiday

Billie Holiday Nasce con il nome di Eleanora Fagan a Philadelphia il 7 aprile del 1915. Nasce da una notte d’amore tra Clarence Holiday, un suonatore sedicenne di banjo e Sadie Fagan, tredicenne ballerina di fila.

Glenn Miller

Il leader della band Glenn Miller ha ispirato la generazione della Seconda Guerra Mondiale e ha aumentato il morale con molte canzoni popolari. L’era d’oro del jazz e dello swing ha avuto un gran numero di protagonisti, tanto che è difficile riuscire ad orientarsi nel panorama musicale di quegli anni.

Miles Davis

Raccontare la vita di Miles Davis equivale a ripercorrere l’intera storia del jazz: trombettista, bandleader, compositore fra i più geniali di sempre, Davis ne è stato in prima persona uno degli artefici. Come ha risposto con la sua tipica sfrontatezza a una signora bianca ingioiellata che gli chiedeva, a un party di gala alla Casa Bianca, quali meriti potesse vantare per trovarsi lì, «Be’, ho cambiato la musica cinque o sei volte, penso sia questo che ho fatto». 

Ella Fitzgerald

È stata considerata la first lady della canzone, una donna dalla voce semplicemente inimitabile, cristallina come poche altre voci al mondo. È normale che sia entrata a pieno titolo nella storia della musica a livello mondiale. E il bello è che spesso sembrava quasi non si rendesse conto del dono che madre natura le aveva fatto, una voce che infatti utilizzava in modo del tutto naturale, senza sforzi, artifici, senza alcun genere di prepotenza. Stiamo parlando di Ella Fitzgerald e questa è la sua storia.