1988 : Olanda

L’Olanda di Van Basten, Rijkaard e Gullit sbaraglia tutti e si aggiudica il suo primo grande alloro. L’Italia di Vicini, costruita sull’Under 21, guadagna un buon terzo posto con qualche rimpianto per la mancata finale. Per molti è un buon viatico, ma quella squadra passerà alla storia come la grande incompiuta.

1972 : Germania Ovest

Una eccezionale fiori­tura di campioni all’i­nizio degli anni Set­tanta proietta i bianchi tedeschi occidentali ai vertici mondiali, in una scalata che par­te proprio dal trofeo continenta­le, colto significativamente in una edizione davvero “ecumeni­ca”. Al quarto appuntamento, gli Europei sono ormai adulti: vi partecipano tutte le squadre del continente, con la sola eccezio­ne del Liechtenstein.

1968 : ITALIA

E tocca a noi, tra le palpi­tanti vicissitudini della nostra Nazionale, sor­teggi affidati alle mone­tine e ripetizioni di parti­te. Ma andiamo con ordine. Le squadre iscritte sono 31, divise in 8 gironi di qualificazio­ni da cui dovranno uscire le par­tecipanti alla fase finale. L’Italia, opposta a Svizzera, Cipro e Ro­mania, non incontra difficoltà e arriva a disputarsi, con gara di andata e ritorno, la fase finale contro la Bulgaria