Arte rinascimentale : il 400

Il termine “rinascimento” identifica l’arte sviluppatasi nei secoli XV e XVI, fu usato per la prima volta da Jacob Burckardt nella sua pubblicazione La civiltà del rinascimento del 1860, prima di lui Giorgio Vasari nel descrivere i cambiamenti e le novità che si verificarono a partire dal trecento, usa il termine rinascita.

Arte gotica

Il termine gotico venne applicato all’arte di questo periodo per designare le manifestazioni artistiche avvenute dopo la fine dell’arte antica e aveva il significato di barbarico. Questa accezione negativa durò fino alla fine del XVIII secolo.

Arte romanica

Tutte le manifestazioni artistiche europee sviluppatesi tra il mille e la fine del XII secolo vengono definite convenzionalmente romaniche, alludendo alla matrice romana che caratterizza ancora molti aspetti di quest’arte. Rispetto all’arte romana, più totalitaria, l’arte romanica sviluppa aspetti diversi a seconda delle regioni geografiche, rispecchiando le diverse situazioni economiche e diversa realtà culturale delle singole città.

Arte bizantina

Si definisce bizantina l’arte che nasce a Bisanzio dopo il IV secolo d.C. quando l’impero romano si divise in due parti: l’Impero d’Occidente con capitale a Roma e l’Impero d’Oriente con capitale a Bisanzio. Nel VI secolo d.C., dopo la caduta dell’impero d’Occidente, l’esercito dell’imperatore d’Oriente Giustiniano, sbarcò in Italia per liberarne i territori dalla popolazione barbarica dei Goti.