a cura dell’Associazione “Avvocato in famiglia”


Spese condominiali: esiste un elenco morosi in condominio ma i dati sulla privacy non consentono di comunicare a terzi le condizioni economiche di altre persone (ivi compresi i debiti); premesso questo nei condomini, la gestione delle finanze comuni costituisce un interesse collettivo. Del resto, il condominio non è un ente a sé stante, distinto dai condomini (come invece succede con le società), ma solo la sommatoria delle teste dei proprietari degli appartamenti. Sicché, ciascuno di questi ha diritto a sapere come viene amministrata la cassa e chi non ha pagato i propri debiti. Ma l’amministratore potrebbe rifiutarsi a condividerli e questo lede i diritti di chi puntualmente versa le spese puntualmente. 

Come ottenere senza generare dissapori l’elenco. 

Tale informazione è facilmente desumibile dal bilancio che l’amministratore è tenuto a redigere una volta all’anno. Da esso, infatti, si possono ricavare i crediti verso terzi, tra cui, appunto, quelli nei confronti dei proprietari che non hanno versato le quote mensili ordinarie e quelle straordinarie. Non arrabbiatevi quindi se l’amministratore ” copre qualcuno ” perchè a fine anno non potrà più farlo. Oltre a ciò, ciascun condomino ha comunque il diritto di chiedere all’amministratore e conoscere i nomi e cognomi dei condomini morosi. È difatti potere di ogni condomino agire personalmente, in alternativa al condominio stesso, per il recupero di tali somme.

Ma l’elenco morosi non può essere affisso in una bacheca o in altro spazio visibile a tutti, anche agli estranei che entrano nell’edificio. Allo stesso modo, l’amministratore non può pubblicare su internet i nomi dei soggetti che non pagano. Tale informazione resta riservata al condominio, per cui va fornita individualmente a chi ne fa richiesta o nell’ambito dell’assemblea di condominio .

https://i1.wp.com/www.avvocatoinfamiglia.com/wp-content/uploads/2020/10/debiti-condominio-escussione-preventiva.jpg?ssl=1

Che fare se l’amministratore non vuol fornire i nominativi dei morosi?

Se l’amministratore si rifiuta di comunicare – ai creditori o ai singoli condomini – il nome dei morosi può essere citato in tribunale affinché il giudice, con un provvedimento urgente, lo condanni a fornire le indicazioni richieste.


Volete maggiori informazioni? Simili a “UNA LEGGE CHE ESTINGUE I DEBITI MA CHE POCHI AVVOCATI CONOSCONO”?

Mail: info@avvocatoinfamiglia.com

Numero verde: 800 134 008 (09-12 / 15-17)

WhatsApp: +39 338 8310374 (orario continuato)


Gli articoli di “Avvocato in famiglia”

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments