a cura di Emo & Ticon


Una coppia di amici si raccontano in modo satirico ed ironico reciprocamente le loro esperienze sui social e sulle chat per incontri dai due diversi punti di vista,maschile (Emo) e femminile (Ticon).


“Ruga che va’…ruga che viene” (Emo)

Un sito di incontri è spesso una vetrina in cui le signore del “gentil sesso” amano pubblicare le proprie foto per dare un’idea del loro aspetto a chi le contatta. E siamo al cospetto a volte di autentici “book fotografici” inseriti nei vari profili offrendo massimo spazio ad essi e emarginando in stato di meno attenzione i dati anagrafici e la descrizione del proprio “ego”.

Certo,l’occhio vuole la sua parte…ma se “questa parte” risulta poi falsa? O ritoccata? Insomma…avete capito…con la tecnologia si fa miracoli e chi ha 70 anni ne dimostra 40, e chi pesa 100 chili ne dimostra la metà…!!!

Ma la domanda sorge spontanea : ma cosa succede poi se avviene realmente l’incontro e quindi la conoscenza di persona? Il virtuale è utile per l’approccio,ma poi se due persone che vivono poco distanti tra loro hanno il desiderio di concretizzare l’idillio iniziale, cosa potrebbe accadere trovandosi di fronte a realtà totalmente diverse?

Nina (nome di fantasia) è una signora peruviana. Le sue foto esplicite mostrano la bellezza sudamericana e la bontà delle sue forme. Occhi profondi neri,carnagione mulatta,sorriso con denti splendenti,e pelle liscia come un neonato. La sua età dichiarata è 55 anni. Vive in Italia già da diversi anni ed è in cerca di un uomo sincero,serio ed onesto,per una relazione duratura. Dopo chat di convenevoli e racconti sulle proprie motivazioni ecco il giorno dell’appuntamento. Un bar carino per un aperitivo per iniziare una bella conoscenza. Come spesso accade ansia e speranza cominciano ad alternarsi e mille domande cominciano ad affiorare: come sarà? chi sarà? le piacero’? mi piacera’? Si ritorna un po’ adolescenti e si viene pervasi da mix che vanno dall’entusiasmo al terrore…

Ecco…il terrore…e quest’ultimo appartiene alla signora Nina…In apparenti abiti degni del miglior arcobaleno la signora Nina oltre a mostrare una zoppìa evidente (non dichiarata) aveva avuto un ritorno improvviso di …rughe…talmente tante che i suoi occhi non riuscivano nemmeno quasi ad aprirsi…la pelle sotto le braccia era arrotolata e striata e la bocca era avvolta da uno strato di carne inferiore che pendeva quasi sino al mento!!! Forse è venuta la nonna? O la sorella maggiore? No…la signora Nina aveva avuto un invecchiamento precoce nell’arco di 48 ore…dai dichiarati 55 anni era arrivata di colpo a oltre 75 nonostante le foto da velina !!! La speranza di un possibile incontro romantico in lingua spagnola è tramontata di colpo! Ovviamente improvvisi impegni hanno portato alla conclusione rapida dell’incontro!

E pensa e ripensa si giunge ad una sola conclusione : il virtuale puo’ essere ingannevole ma non è altro lo specchio di quello che accade poi nella realtà!…Rughe che vanno…rughe che vengono…

Emo


Le pubblicazioni di “Le mille e un chat”

Lascia un commento