a cura dell’Associazione “Avvocato in famiglia”


Mi chiamo ******* ******** ho 29 anni e stamattina sono entrata in banca in quanto il mio bancomat non funzionava e mi hanno detto che ho il contocorrente pignorato e quindi i miei risparmi bloccati ma non ho mai ricevuto nessuna comunicazione in merito e non so di cosa parliamo mi sembra di vivere un incubo. Non è illegale tutto questo ?

Questa la mail che è arrivata alla casella postale di Avvocato in Famiglia qualche giorno fa. Uno dei tanti esempi di richieste d’aiuto che ci arrivano da cittadini e Famiglie disperate, che si vedono improvvisamente pignorato il conto corrente, senza nemmeno un avviso ci si ritrova a non poter fare nemmeno la spesa. Quando non paghiamo un debito il creditore può rivalersi anche sul conto corrente. Ma perchè alla Signora non è arrivata nessuna notifica e si è ritrovata improvvisamente il conto corrente bloccato e pignorato?

Pignoramento conto corrente e comunicazioni

La legge in questo non riesce a tutelare il cittadino. Infatti la comunicazione che il conto corrente verrà pignorato non deve necessariamente passare prima dal correntista, anzi, è assolutamente indifferente se arriva prima all’istituto di credito o al correntista. Può dunque capitare di trovarsi il conto improvvisamente pignorato. Un incubo? Purtroppo no, è la dura realtà che i cittadini devono affrontare ogni giorno. Nessuna tutela, nessuna pietà per i debitori…ci trattano da criminali! Ma criminali non siamo, un debito non è assolutamente un crimine, dovete mettervelo assolutamente in testa, prendere coraggio e non farvi sottomettere dai creditori.


Gli articoli di “Avvocato in famiglia”

[catlist name=lavvocato-in-famiglia numberposts=1000]