di Pippo Ferraro


Basta dire solo Corrado perche’ tutti capiscano di chi stiamo parlando. Il presentatore per eccellenza. Nato a Roma il 2 agosto del 1924,Corrado Mantoni,nome completo,dopo il liceo e pochi esami all’universita’,segui’ le orme del fratello maggiore Riccardo Mantoni regista e doppiatore.

In possesso di una buona cultura ed un’ottima pronuncia,Venne presto preso alla radio come annunciatore.Oltre alla carriera radiofonica mosse i primi passi come attore e doppiatore.Un famoso doppiatore e attore dell’epoca,Carlo Romano,gli suggeri’ di chiamarsi solo Corrado.
Dotato di una naturale eleganza ed ironia,divenne in poco tempo molto popolare.
Negli anni ’50 Corrado e’ stato in pratica l’unico annunciatore della RAI.
Fu conduttore di un famoso varieta’ radiofonico,Rosso e Nero,che accrebbe il suo successo.
Con l’avvento della televisione passo’ a presentare programmi che gli diedero una vasta popolarita’.L’amico del giaguaro,la prova del nove,il tappabuchi, solo per citarne alcuni.
Affiancato sempre da volti noti dello spettacolo come Marisa Del Frate,Raimondo Vianello,Raffaele Pisu e molti altri.Insieme a Raffaella Carra’ presento’ Canzonissima ’70 e ’71.
Presento’ sei edizioni di “un disco per l’estate”,il festival di Sanremo del ’74,scrisse i testi per Domenica In per tre anni.

Negli anni ’80 Corrado passa al gruppo Fininvest lasciando la Rai.
Con “La corrida”,un programma che era stato da lui condotto per anni alla radio,e “Il pranzo e’ servito”ottiene ancora delle grosse soddisfazioni.
Umberto Eco e Indro Montanelli ne eloggiarono la professionalita’.
Corrado ,per il suo stile,la garbata ironia e la sua competenza ,puo’ di diritto essere annoverato tra “i signori della TV”.
Dal 1999,quando e’ scomparso,stiamo ancora cercandone l’erede.