a cura della Redazione Buonissimo

canestrelli sono dei croccanti biscotti, disponibili anche come produzione industriale, tipici di alcune zone del Piemonte e della Liguria. Le varianti prodotte, pur mantenendo lo stesso nome, sono veramente diverse fra loro. Ecco la ricetta originale, preparata con la pasta frolla.

Come fare i canestrelli

I succulenti canestrelli si preparano amalgamando la farina con lo zucchero e gli altri ingredienti e poi ricavando dall’impasto dei biscottini rotondi che verranno cotti in forno e serviti spolverizzati con zucchero a velo. Ecco i passaggi della ricetta illustrati nel dettaglio.

Canestrelli

Ingredienti

Preparazione

  1. In una terrina unite la farina con lo zucchero, una presa di sale, la vanillina, il lievito, i tuorli, il burro ammorbidito a tocchetti e la buccia dei limoni
  2. Lavorate l’impasto con le mani fino a renderlo elastico e omogeneo, quindi formate una palla e lasciatela riposare coperta per 30 minuti
  3. Riprendete l’impasto e stendetelo su un piano infarinato in una sfoglia spessa 1 cm, quindi con uno stampino rotondo dentellato ritagliate dei dischetti e con uno stampino più piccolo eliminate la pasta al centro, per dare ai biscotti la classica forma
  4. Disponete i biscotti su una teglia imburrata e infarinata e infornate a 170 °C lasciando cuocere per 10 minuti. Al termine lasciate raffreddare i biscotti prima di spolverizzarli con lo zucchero al velo

Da dove deriva la parola “canestrelli”? – L’origine della parola è incerta. Molti fanno derivare il nome dal termine “canestro”, cioè un cesto di paglia o vimini dove si mettevano a freddare dopo la cottura e dove si tenevano per offrirli.

Chi ha inventato i canestrelli? – I canestrelli venivano preparati sin dal Medioevo con il nome di “nebule”. I canestrelli di pasta frolla sono nati agli inizi dell’800 a Torriglia, un comune in provincia di Genova.


Le ricette di “Dolciando”

Lascia un commento