a cura della di “A tutto notizie”


Ecco le operazioni importanti da compiere

La manutenzione auto è un’attività fondamentale se si vuole guidare in completa sicurezza e avere una vettura sempre performante anche a distanza di anni. Nella lista delle operazioni da compiere per la manutenzione auto si annovera innanzitutto la revisione della macchina, obbligatoria per legge. Ci sono poi i tagliandi, fondamentali (i primi) per conservare la garanzia della Casa madre. Inoltre, occorre ricordare tutte quelle operazioni che rientrano nel check-up completo della macchina: tra le più importanti è sufficiente ricordare il cambio dell’olio, la sostituzione delle pasticche, il gonfiaggio dei pneumatici, la verifica della batteria e il controllo del filtro antipolline.

Revisione e tagliando dell’auto

Sono ancora in tanti a confondere la revisione con il tagliando. La prima è obbligatoria per legge, il secondo invece è obbligatorio se non si vuole perdere la garanzia della Casa automobilistica a cui appartiene l’auto. Da una parte, la revisione della macchina va eseguita una volta ogni due anni (nel caso di auto nuova, la prima revisione va fatta trascorsi quattro anni dall’acquisto). Dall’altra, il tagliando in caso di auto nuova va eseguito una volta all’anno per i primi 24 mesi, al fine di non perdere la garanzia. I tagliandi successivi andrebbero poi fatti ogni 15-20 mila km. Nel caso di possesso di un’auto recente, si ha il vantaggio di essere avvertiti direttamente da una spia che si accende nel quadro della strumentazione. Nel caso si circoli con un’automobile che ha la revisione scaduta e si venga fermati per un normale controllo da parte della polizia stradale, la multa è tra i 159 e 639 euro con annessa sospensione della carta di circolazione fino alla revisione del veicolo (con esito positivo).

Altre operazioni per la manutenzione dell’auto

Una delle operazioni più importanti per la manutenzione auto riguarda il cambio dell’olio, al fine di avere l’auto nelle migliori condizioni possibili dal punto di vista del motore. Il cambio dell’olio è consigliato ogni 15-20 mila km. Verificare poi la corretta pressione dei pneumatici, oltre alla loro usura, così da assicurare alla macchina la perfetta aderenza all’asfalto in qualsiasi condizione climatica. Va inoltre riposta una grande attenzione alla carica della batteria, così da non correre il rischio di rimanere appiedati. A questo proposito, nel caso la macchina rimanga inutilizzata per un lungo periodo, è opportuno staccare la batteria prestando attenzione a scollegare prima il cavo negativo e poi quello positivo. Controllare infine il liquido del freno (in aggiunta alle pastiglie), quello di raffreddamento e il filtro antipolline. Quest’ultimo andrebbe sostituito ogni 20 mila km, così da avere un ambiente di guida salutare.