a cura di Carlo Nicotera


Jovelina Pérola Negra ( Rio de Janeiro , 21 luglio 1944 – Rio de Janeiro, 2 novembre 1998 ), il cui nome di battesimo era Jovelina Farias Belfort , era una cantautrice brasiliana e una delle grandi muse della samba . Voce rauca, forte, rauca, di tono popolare e forza frenante. Erede dello stile di Clementina de Jesus , era, come lei, una domestica prima di diventare grande nel mondo artistico. Nata a Botafogo (a sud di Rio de Janeiro), Jovelina mise presto piede nella Baixada Fluminense . È apparsa al grande pubblico della Raça Brasileira “. La pastorella di Império Serrano ha contribuito a consolidare la pagoda. Un vero fan del partito Bezerra da Silva, Jovelina ha iniziato a dire i suoi pagodinhos al Vegas Sport Clube, a Coelho Neto, preso dal suo amico Dejalmir, che ha anche lanciato il nome Jovelina Pérola Negra, un omaggio al suo colore brillante. Ha registrato cinque singoli dischi vincendo un disco Platinum. Attualmente, si trovano solo le raccolte con i maggiori successi come “Feirinha da Pavuna”, “Bagaço da Laranja” (registrato con Zeca Pagodinho ), “Luz do Repente”, “No Same Manto” e “Garota Zona Sul”, tra gli altri. Il successo arrivò tardi e non realizzò il suo sogno di “fare molti soldi e dare ai suoi figli tutto ciò che non aveva”. Morì il 2 novembre 1998, all’età di 54 anni, per un attacco cardiaco nel quartiere Pechincha . Ha lasciato tre figli – José Renato (30), Cassiana (25) e Cleyton (10) -, che aveva con Nilton dos Santos, da cui era separata. La sepoltura si tenne nel cimitero di Pechincha, a Jacarepaguá. Nel 2012, in omaggio a Jovelina Pérola Negra all’Arena Carioca Jovelina Pérola Negra, lo spettacolo “Viva Jovelina – Pérola Negra do Samba” ha visto la partecipazione di diversi artisti, tra cui: Aloísio Machado, Aninha Portal, gruppo Batuque Novo, Cassiana Belfort (figlia di Jovelina), Juninho, Ircéia Pagodinho, Sombrinha, Tantinho da Mangueira, Thybau, Renatinho Partideiro, Rose Guará e Zé Luís do Império.

Lo stile molto personale ha conquistato molti fan nel mondo artistico, portando persino Maria Bethânia a un’esibizione al Terreirão do Samba, a Praça Onze de Junho, da cui la popolare diva musicale brasiliana è partita solo dopo aver ascoltato “Dona Jove versar”. Alcione ha già reso omaggio a “Pérola Negra” in uno dei suoi migliori dischi, “Profissão Cantora”. Finché esistono la samba e la vera festa alta , Jovelina sarà sempre ricordata per la sua voce potente e il suo swing – proprio come Clementina de Jesus .


Gli articoli di “Note dal Brasile”