a cura della Redazione di “Fastweb Plus”


L’energia geotermica è una delle rinnovabili più utilizzate di sempre soprattutto in Europa. Parliamo, naturalmente, di una fonte di energia pulita e sostenibile che, a livello teorico, potrebbe alimentare intere città, anche se come vedremo più avanti la questione è un po’ più complicata di così. Nonostante questo, secondo gli studi del MIT (Massachusetts Institute of Technology) di Boston il 2024 potrebbe essere proprio l’anno del geotermico, già considerato come uno dei sistemi più innovativi di sempre con milioni e milioni di euro di investimenti pronti a sostenere la ricerca in materia.

Come funziona una centrale geotermica
Tutto inizia con delle riserve d’acqua che si trovano negli strati della crosta terrestre, causate ad esempio dalle piogge o dai corsi d’acqua sotterranei; quest’acqua avvicinandosi al nucleo della terra, che ha una temperatura elevatissima, evapora e si muove verso la superficie. L’uomo, quindi, non deve fare altro che trivellare nei punti giusti e incanalare questo vapore in delle tubature chiamate vapordotti che portano il valore fino alla turbina che lo trasforma in energia meccanica. Alla turbina viene collegato un alternatore che a sua volta converte l’energia meccanica in energia elettrica che viene inviata al trasformatore e successivamente alla rete elettrica nazionale. Con questo sistema piuttosto immediato, quindi, si riesce a utilizzare una risorsa pulita e potenzialmente infinita come fonte di energia sostenibile.

Vantaggi e svantaggi dell’energia geotermica
L’energia presente all’interno della Terra è come un cuore sempre attivo e, non avendo bisogno di alcun intervento umano, è praticamente disponibile sempre. Oltretutto, come accade per ogni forma di energia rinnovabile, può essere considerata praticamente inesauribile ed erogata costantemente, senza alcuna variazione, ad esempio, nel corso della giornata o delle stagioni come invece accade con l’energia solare. Arrivando all’atto pratico, un impianto geotermico è una risorsa preziosissima e consente di risparmiare anche fino all’80% rispetto a un qualsiasi altro impianto per la produzione di energia. Oltretutto è totalmente sicuro, non provoca alcuna emissione pericolosa e può essere posizionato all’occorrenza anche vicino ai centri abitati senza alcun rischio per la popolazione, del resto sfrutta un procedimento completamente naturale, perciò è chiaro che a prescindere dalla centrale, avrebbe comunque luogo nello stesso identico modo. Inoltre, altro beneficio degli impianti geotermici, questi funzionano in maniera estremamente silenziosa e al contrario di altre tipologie di impianti industriali non disturbano affatto con rumori di alcun genere. Tuttavia, nonostante questi punti a favore del geotermico, bisogna anche dire che purtroppo alcuni svantaggi ci sono ed è opportuno analizzarli. Ad esempio, nei pressi di uno di questi siti per le energie alternative potrebbero verificarsi dei cattivi odori, emessi dalle sostanze che causano le reazioni di cui sopra, come l’idrogeno solforato ad esempio, che potrebbe rappresentare un problema per le persone che vivono nelle vicinanze. Naturalmente è possibile abbattere buona parte di questi odori installando l’impianto in un punto strategico, ma questo potrebbe comportare costi maggiori per il trasporto del vapore dal punto di fuoriuscita. L’altro svantaggio è proprio questo: il fatto che non si può installare un impianto dove capita ma bisogna cercare dei punti specifici dove si verificano i fenomeni che danno vita all’evaporazione dell’acqua e, al massimo, spostarsi di qualche chilometro utilizzando un sistema di tubazioni più intricato ma che, comunque, potrebbe avere un costo più alto e potrebbe causare una perdita di pressione. L’ultimo punto a sfavore del geotermico è l’impatto negativo sul paesaggio; le centrali e i tubi di metallo per il trasporto del gas sicuramente non si conciliano con la natura e con ciò che li circonda e per questo potrebbero causare il malcontento dei residenti. Si possono scegliere progetti di ingegneria ambientale ma nonostante questo è innegabile che non si tratti di una struttura bella da vedere o architettonicamente interessante.

Energia Geotermica, utilizzi futuri
Le fonti di energia sostenibili rappresentano già il futuro e indicano già da diversi anni la direzione verso cui dovrebbe muoversi il genere umano. Pensare a un’energia green, pulita e rinnovabile è l’unica soluzione per guardare al domani e tra le migliori alternative disponibili c’è sicuramente il geotermico che già da oggi riesce a garantire una buona efficienza. Tuttavia, al momento, l’energia solarerimane la forma di sostenibilità più apprezzata perché può essere installata comodamente sul tetto di casa o dove si preferisce, garantendo un’elevata efficienza che, almeno in termini di “comfort” può superare di gran lunga questo sistema basato sul vapore proveniente dalla crosta della terra. Tuttavia l’energia del sole è suscettibile ai cambiamenti climatici e a quelli delle stagioni, oltre che delle latitudini a cui viene posizionato l’impianto, cosa che invece non accade con il geotermico che, in presenza di vapore, garantisce efficiente e un flusso di vapore continuo nel tempo. Diversi paesi in Europa e in Italia anche stanno cercando di sfruttare al massimo l’energia geotermica, progettando impianti e soluzioni che stanno diventando sempre più innovativi ed efficienti. Chiaramente come tutte le fonti di energia sostenibili da sola non basta a soddisfare il fabbisogno globale, ma unita ad altri sistemi green può davvero fare la differenza e riorientare la rotta verso un futuro più green costruito sulle rinnovabili.

Fonte : “fastwebplus” – a cura di Cultur-e