di Pippo Ferraro


Il Milan di Gipo Viani ritrova lo scudetto nel campionato ’58’59.

La societa’ rossonera ingaggia il giovane centrattacco brasiliano Altafini fresco campione del mondo,anche lui sara’ in seguito naturalizzato italiano e giochera’ pure con la maglia azzurra.Alla sua prima stagione in Italia Jose’ Altafini mette a segno 28 reti e contribuisce in maniera notevole alla conquista del settimo titolo.
Angelillo dell’Inter con 33 gol stabilisce un record di marcature ancora imbattuto.
Anche la Fiorentina stabilisce un record ancora imbattuto:95 reti nel torneo a 18 squadre.

Il torneo fu combattuto e soprattutto la Fiorentina mise in discussione il successo dei rossoneri fino a due giornate dal termine finendo seconda a 3 punti,l’Inter terza a 6 punti,la Juve quarta a 10 punti.
Il debutto in Coppa Campioni della Juventus ,con scudetto e stella sul petto,fu inglorioso.
Opposti al primo turno agli austriaci del Wiener Sport Club,i bianconeri vincono all’andata a Torino per 3-1,al ritorno subiscono una delle sconfitte piu’ pesanti della loro storia,7-0 !
Subito fuori.In semifinale l’Atletico Madrid si oppone strenuamente a piu’ titolati concittadini del Real portandoli fino allo spareggio che perdono di misura 1-2.
Si ripete la finale della prima edizione.I francesi dello Stade Reims contro i”blancos”,uguale anche il risultato 2-0 e quarto successo di fila per il Real Madrid.

Nell’estate del ’59 la Juventus mise in piedi un collettivo di tutto rispetto.
Oltre ai gia’ collaudati Boniperti,maturo capitano,Charles e Sivori,Cervato,ex Fiorentina e specialista dei calci di rigore,dirigeva la difesa.Completava l’attacco il giovane Bruno Nicole’,che purtroppo rimarra’ una promessa non mantenuta del calcio italiano.
Fu un campionato quasi senza storia.

Prima il Bologna e poi la Fiorentina,che finira’ ancora una volta seconda,cercarono a tratti di contrastare il cammino della “vecchia signora”,altro nomignolo dei torinesi, che andarono cosi’ a vincere l’undicesimo titolo.
Il formidabile attacco mise a segno 92 reti. Sivori vinse la graduatoria dei goleador con 28 centri.
Charles fu terzo con 23.


Servizio celebrativo della Juventus Campione d’Italia 1959/60


Gli articoli di “Pallone e Leggenda”
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments