di Pippo Ferraro


Dopo la splendida prestazione ai mondiali di Argentina,il campionato offre una stagione interlocutoria.Il Milan,con Rivera alle ultime battute,conquista lo scudetto e si fregia anche lui della stella simbolo dei dieci titoli vinti.Clamoroso il mercato del Vicenza che pur di conservare Paolo Rossi versa una cifra da capogiro alla Juventus.I rossoneri lanciano due giovani di valore,Franco Baresi e Fulvio Collovati.

La vera sorpresa comunque sara’ il Perugia allenato da Castagner.Riuscira’ a concludere imbattuto il torneo seppur con tanti pareggi.Finira’ a solo 3 punti dal Milan mentre i bianconeri di Trapattoni arrivano terzi a 7 punti dai vincitori.
Il laziale Bruno Giordano vince la classifica dei marcatori con 19 reti.


Nella coppa dei Campioni ancora un successo inglese.Il Nottingham Forest.
La Juve va fuori al primo turno contro i Rangers.Il club svedese Malmoe FF arriva in finale perdendo per 1-0.
Anche il campionato ’79-’80 non fu esaltante.Il Perugia riusci’ a prendere in prestito Paolo Rossi dal Vicenza retrocesso.Pochi i movimenti di mercato e non di rilievo.
Per quanto riguarda il calcio giocato l’Inter conquista il suo dodicesimo titolo.

Ci si ricorda pero’ maggiormente di quell’anno per lo scandalo del calcio scommesse.
Due societa’ pagarono per tutti,Milan e Lazio che vennero retrocesse in serie B.
Ma erano coinvolti molti giocatori e alcuni di spicco.
I neroazzurri con 41 punti vincono davanti alla Juve 38 e il Torino 35.


Bettega con 16 reti e’ il miglior realizzatore.
Le magre prestazioni delle nostre squadre di club in Europa confermano lo scadimento tecnico nel nostro campionato.
A conferma di quanto detto,il Milan va subito fuori dalla coppa campioni ’79-’80.
Il Nottingham Forest concede il bis.Batte l’Amburgo per 1-0,altra finale sterile di gioco ed emozioni.
L’Italia ospita i campionati europei del 1980.Semplice la formula.8 squadre divise in due gironi da quattro,le due vincenti si giocano il titolo, le due seconde il terzo posto.
Siamo con Belgio,Inghilterra e Spagna.
Abbiamo quasi la stessa formazione dei mondiali ma dobbiamo rinunciare a Rossi incappato nell’inchiesta del calcio scommesse e momentaneamente squalificato.
Pareggiamo con la Spagna 0-0,battiamo 1-0 l’Inghilterra con gol di Tardelli e nel match decisivo con il Belgio non andiamo oltre un altro risultato nullo 0-0.
Proprio per non aver segnato un gol in piu’ arriviamo secondi.
Nell’altro girone la Germania Ovest,che riesce sempre ad essere competitiva nelle grandi occasioni,si classifica agevolmente prima.
Sebbene con qualche difficolta’ i tedeschi riescono a prevalere sul Belgio per 2-1.
Noi perdiamo il bronzo ai calci di rigore contro la Cecoslovacchia.
Francamente pensavamo di fare meglio.


Gli articoli di “Pallone e Leggenda”

Lascia un commento